Condividi: Condividi su facebook Condividi su twitter Segnala via e-mail

Gigi Barocco

Wintercase Palermo 2011

GIGI BAROCCO: Dj set made in Italy!

opening: DENSO // INDIPENDANCE SOUND SYSTEM
vj: RUBEN

Ressa, mani che si innalzano a tempo, bacini che si muovono, caldo, sudore ed energie consumate. Lo rifacciamo?

C’è un paese, musicalmente parlando, che sforna nomi di tutto rispetto che portano in alto la reputazione e il nome “Italia”. Gigi Barocco è senz’altro tra questi giacché ha fatto della bandiera tricolore un marchio da esportare nel mondo e un segno distintivo nella scena internazionale della musica elettronica e dance.
Italia: paese di santi, poeti, navigatori e dj, e tra quest’ultimi c’è lui.

Luigi Barone Aka Break the Box, Aka Gigi Barocco. I genitori lo trovarono ancora in fasce attaccato a un campionatore analogico, fu allora che capirono che la musica avrebbe avuto serie ripercussioni sulla sua vita. Così è stato. Si è diplomato al conservatorio in chitarra classica, ma poi ha deciso di concentrare tutta la sua chiassosa creatività in un progetto electro-deephouse-garage sotto l’identità di Gigi Barocco. E’ diventato famoso grazie al remix di Breakdown “Play With It”, uscito con PBR record, con cui è riuscito a posizionarsi al sesto posto della classifica principale di Beatport. Ha ricevuto buzz positivi dai compagni di console Armand Van Helden, Benny Benassi e Cassius. Gigi Barone è ossessionato dalla creazione di suoni unici e originali, e i suoi brani sono tutti diventati dei successi, come “Redman” (Wu Tang Clan) traccia inserita nell’esclusivo remix EP progetto promosso da Audio Visual Scion. Ha anche pubblicato un bootleg dei successi di Ice Mc 90′s “Think About The Way” bondechedechebon, facendo ballare chiunque. Il suo primo successo planetario risponde al nome di “Chapa”, che è stato messo su Second Session Records (Sud Africa). Gigi è riuscito a guadagnare l’attenzione delle maggiori labels che lo hanno portato a firmare il suo primo EP dal titolo “Pua” di Cheaper Thrills di Hervé. Il brano omonimo del disco ha riscontrato apprezzamenti dal pubblico, dalla critica musicale e dai colleghi, tanto che è stato suonato e supportato da alcuni dei nomi più importanti e influenti della scena del momento, come Herve, The Bloody Beetroots, Mr Oizo, Foamo, Kelevra, Mustard Pimp, Congorock e molti altri. Nel 2010 ha remixato i brani di Steve Aoki “I’m In the House” feat. Zuper Blahq (Will.i.am), “Spencer & Hill – Trespasser” Inclusa nel Ministry of Sound Annual 2010, insieme ai Mustard Pimp con Kiwi.
Gigi Barocco è un po’ il Garibaldi della scena elettronica. Perchè? Semplice: unisce L’Italia, che lo ammira e lo segue all’unisono.

Link: www.myspace.com/gigibarocco



Tag:

Bier Garten

,

Gigi Barocco

,

nightlife

,

Palermo

,

Wintercase

,

Wintercase Palermo 2011



Guarda l'evento su Facebook
Panormita.it