Condividi: Condividi su facebook Condividi su twitter Segnala via e-mail

Incontro: PREGHIERA. Un atto osceno

Partecipano Giuseppe Isgrò e Francesca Marianna Consonni della compagnia PhoebeZeitgeist e Margherita Ortolani

Incontro: PREGHIERA. Un atto osceno

Domani alle ore 18:00, la Galleria Francesco Pantaleone Arte Contemporanea, ospita l’incontro aperto al pubblico con PhoebeZeitgeist, gruppo di ricerca con base a Milano, attivo in ambito teatrale e performativo e con l’attrice e autrice palermitana Margherita Ortolani.

Partecipano:
- Giuseppe Isgrò / regista della compagnia PhoebeZeitgeist
- Francesca Marianna Consonni / dramaturg della compagnia PhoebeZeitgeist
- Margherita Ortolani / attrice, autrice del testo PREGHIERA. Un atto osceno.

L’evento muove dalla discussione di contenuti e significati del lavoro teatrale Preghiera. Un atto osceno, un progetto che ha avuto la sua culla di produzione nel Teatro Garibaldi Aperto.
Il tema principale di Preghiera. Un atto osceno è la cronicità, ovvero i sintomi che diventano una costante temporale senza alcuna cura risolutiva. La cronicità non è necessariamente solo riferibile all’area patologica, ma può essere atteggiamento o stato vitale: anche il teatro e la cultura in genere possono essere una malattia cronica.
In una società iper – ospedalizzata, che avanza su prescrizioni de-responsabilizzanti, che demanda alle istituzioni la definizione della propria giustezza o salute, il ragionamento sulla libertà di una scelta, sulla possibilità di un volo al di fuori delle condizioni apparenti sembra fondante.
In continuità con quanto detto, la collaborazione tra TGA e PhoebeZeitgeist è parte integrante di questa logica, nonché meccanismo stesso di militanza culturale e possibilità reale per produrre lavoro e ricerca in maniera indipendente. La collaborazione nasce innanzitutto da una vicinanza poetica: è di profondo interesse per TGA e per Phoebe Zeitgeist la sorellanza tra politica e produzione di senso. In particolare, Phoebe muove questa ricerca nell’adesione profonda ad autori e testi che abbiano un innesco politico, con l’intento di liberane l’energia umana e sociale. TGA è un presidio di cura per la cultura, è un luogo fisico che trae invece il suo potere d’innesco dal suo diretto contatto con il Territorio, con cui scambia la sua energia vitale. Ma TGA è anche una progettualità artistica capace, la cui forza e maturità espressiva non sono che la conferma storica che chi partecipa all’esperienza del Teatro Garibaldi Aperto è capace di artisticità di artisticità e forza eccedente e straordinaria.
Così Preghiera nasce dall’incontro di percorsi nuovi con percorsi già consolidati, in una sperimentazione di linguaggi sempre volta allo sviluppo di un percorso estetico, ma anche alla realizzazione di un dinamismo del processo creativo che possa superare i confini dettati dalle contingenze.

Lo spettacolo si terrà il 15 e il 16 settembre alle ore 21:30 al Teatro Garibaldi Aperto e sarà poi presentato a Milano, allo Spazio Tertulliano nel mese di Novembre.



Tag:

eventi

,

Galleria Francesco Pantaleone Arte Contemporanea

,

incontro

,

Margherita Ortolani

,

Palermo

,

PhoebeZeitgeist

,

Preghiera. Un atto osceno

,

Teatro Garibaldi Aperto



Guarda l'evento su Facebook
Panormita.it