Condividi: Condividi su facebook Condividi su twitter Segnala via e-mail

Tornano a Palermo le Giornate FAI di Primavera

Visite straordinarie e iniziative collaterali sia in città che in provincia

Tornano a Palermo le Giornate FAI di Primavera

Sabato 19 e domenica 20 marzo 2016, ritorna il più importante appuntamento annuale del FAI con un ricco programma articolato in visite straordinarie e iniziative collaterali sia in città che in provincia.

Nell’ambito della 24^ edizione delle Giornate FAI di Primavera, la Delegazione di Palermo proporrà un’originale passeggiata dal nome Da Porta a Porta, lungo quello che è considerato il tracciato urbano storicamente più rilevante di Palermo. Un tracciato urbano che da Porta Nuova a Porta Felice, partendo dal Piano della Galca, abbraccia e accoglie l’intero Cassaro, oggi corso Vittorio Emanuele, teatro di eventi che hanno scritto nel tempo la storia della città.

“Le porte – afferma Rita Cedrini, Capo Delegazione FAI Palermo – sono un segno forte che rimandano a valori simbolici oltre che a funzioni della quotidianità. Così se Porta Nuova, da dove prende l’avvio la passeggiata, rappresenta l’evento che osanna l’entrata in città di Carlo V, vincitore della Battaglia di Lepanto che ha restituito alla cristianità anche il suo retaggio territoriale, Porta Felice racconta di quanti sovrani giungendo dal mare, nell’oltrepassarla, hanno imposto altri valori e altre regole, talvolta difficili da sopportare. Eppure la saggezza popolare racchiusa nell’adagio “calati junco che passa la china” lascia intendere come la consapevolezza che un tempo non dura tutto il tempo, abbia dato al popolo quella duttilità necessaria ad adeguarsi, pur sottostando al cambiamento non senza violenze e patimenti”.

“Così accade – prosegue Rita Cedrini – che la città racconta di presidi e baluardi che davano sicurezza come Porta Nuova, l’odierna sede del Comando Militare Autonomo della Sicilia e il quartiere S. Giacomo, (occupato dalle caserme Bonsignore e Calatafimi dell’Arma dei Carabinieri e dell’Esercito), di architetture della cristianità che garantivano rifugio come il Seminario dei Chierici e l’odierno Museo Diocesano, delle strutture conventuali realizzate dal grande fermento edificatorio e culturale dei Gesuiti, l’odierno Convitto Nazionale, di chiostri che ricordano chiese scomparse, quella di S. Nicolò, di porte trionfali per l’accoglienza di volta in volta di nuovi sovrani, Porta Felice oggi sede del Comando dei Vigili Urbani . Da Porta a Porta, dove la città si è formata – per dirla con Giulio Argan che sostiene che una città si forma non si fonda – ha edificato i suoi punti nevralgici legati al potere politico, militare e religioso, ma che ha consacrato un tracciato urbano alla fede. Quella fede che ogni anno il 14 luglio riveste l’antico Cassaro di maestosità rituale, rinsaldando il forte legame tra Santa Rosalia e i suoi devoti, a ricordo di un passato di dolore ma anche di liberazione”.

Gli eventi in città

Sabato 19 marzo

- Ore 9:00/16:30 – Porta Felice (piazzetta S. Spirito) – Iniziative Speciali Passeggiata alle Mura delle Cattive – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® dell’Istituto Comp. “P. Mattarella” Palermo.
- Ore 9:00/16:30 – Palazzo Carminello, Sede degli Uffici Giudiziari Militari di Palermo (piazza Bologni 3) – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® dell’Educandato “M. Adelaide” Palermo.
- Ore 9:00/16:30 – Quartiere Militare San Giacomo degli Spagnoli (corso Vittorio Emanuele 475) – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Classico “Meli” Palermo e dell’Istituto Magistrale “F. Aprile” Palermo.
- Ore 9:00/12:00-14:00/16:30 – Convitto Nazionale di Palermo Giovanni Falcone (piazza Sett’Angeli 3) – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® del Convitto Nazionale Giovanni Falcone Palermo.
- Ore 10:00 – Quartiere Militare San Giacomo degli Spagnoli (corso Vittorio Emanuele 475) – Concerto di Apertura della banda dei Carabinieri; esposizione di pannelli divulgativi sul sito; visita al museo della Memoria; visita alle Chiese di San Paolo degli Spadari, San Giacomo dei Militari e Santa Maria Maddalena.
- Ore 10:00/13:00 – Seminario dei Chierici e la Facoltà Teologica di Sicilia (corso Vittorio Emanuele 463) – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® dell’Istituto S. Anna Scuola Paritaria.
- Ore 10:00/16:00 – Palazzo Arcivescovile Nuovo e Museo Diocesano (via Matteo Bonello 2) – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® dell’Educandato “M. Adelaide” Palermo.
- Ore 10:00/17:00 – Visita di Porta Nuova (corso Vittorio Emanuele) – Ingresso riservato ai soli Iscritti FAI (Esibire un documento di riconoscimento valido per la registrazione; possibilità di iscriversi al FAI in loco) – Visite guidate a gruppi di 20 a cura degli Apprendisti Ciceroni® del CEI Istituto Ignaziano.
- Ore 10:00/17:00 – Banca d’Italia (via Cavour 131/a) – Iniziative speciali: mostra “Le banconote delle idee” – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® del CEI Istituto Ignaziano.
- Ore 11:30 – Seminario dei Chierici e la Facoltà Teologica di Sicilia (corso Vittorio Emanuele 463) – Visita, riservata agli iscritti FAI, guidata dalla Direttrice della Biblioteca Prof.ssa Francesca Paola Massara.

Domenica 20 marzo

- Ore 9:00/12:30 – Convitto Nazionale di Palermo Giovanni Falcone (piazza Sett’Angeli 3) – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® del Convitto Nazionale Giovanni Falcone Palermo.
- Ore 9:00/16:30 – Porta Felice (piazzetta S. Spirito) – Iniziative Speciali Passeggiata alle Mura delle Cattive – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® dell’Istituto Comp. “P. Mattarella” Palermo.
- Ore 9:00/16:30 – Palazzo Carminello, Sede degli Uffici Giudiziari Militari di Palermo (piazza Bologni 3) – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® dell’Educandato “M. Adelaide” Palermo.
- Ore 9:00/16:30 – Quartiere Militare San Giacomo degli Spagnoli (corso Vittorio Emanuele 475) – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Classico “Meli” Palermo e dell’Istituto Magistrale “F. Aprile” Palermo.
- Ore 10:00/17:00 – Porta Nuova (corso Vittorio Emanuele) – Ingresso riservato ai soli Iscritti FAI (Esibire un documento di riconoscimento valido per la registrazione; possibilità di iscriversi al FAI in loco) – Visite guidate a gruppi di 20 a cura degli Apprendisti Ciceroni® del CEI Istituto Ignaziano.
- Ore 10:00/17:00 – Banca d’Italia (via Cavour 131/a) – Iniziative speciali: mostra “Le banconote delle idee” – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® del CEI Istituto Ignaziano.
- Ore 17:00 – Sede della Banca d’Italia (via Cavour 131) – Concerto di chiusura delle Giornate FAI di Primavera: Pierino e il Lupo eseguito dagli allievi del Conservatorio di Musica di Palermo; Mostra “Le banconote delle idee”

I luoghi aperti in provincia

- Bagheria / Aspra (PA) – Sarà possibile visitare la Casa Museo di Villa San’Isidoro De Cordoba, con il Museo etno-antropologico, le corti esterne e un meraviglioso giardino. E ancora l’imperdibile Museo dell’Acciuga di Aspra. Tutti i luoghi (per le chiese, compatibilmente con le funzioni religiose) sono visitabili: venerdì 18, dalle 9:30 alle 13:00; sabato 19, dalle 10:00 alle 13:00; domenica 20, dalle 10:00 alle 13:30 e dalle 15:30 alle 17:30.
- Caccamo – Il Castello con annesso Museo delle Armi. Apertura: domenica 20, dalle 9:00 alle 20:00.
- Carini – Sarà possibile effettuare un itinerario alla scoperta degli Oratori di Scuola Serpottiana. Si visiteranno in particolare l’Oratorio del SS Sacramento (piazza Duomo) e la Chiesa degli Agonizzanti (via Roma, 21). Tutti i luoghi sono visitabili: venerdì 18, sabato 19 e domenica 20, dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 17:30. La prenotazione obbligatoria per gruppi superiori a 10 persone, inviando una mail all’indirizzo carinidistucco@gmail.com.
- Castelbuono – Si potranno visitare alcuni dei monumenti più belli del borgo medievale come il Castello dei Ventimiglia, dove per l’occasione verranno diffuse melodie medievali; la Matrice Vecchia (piazza Margherita, 1); la Torre dell’orologio (piazza Margherita, 3); il Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo (via Roma, 72); la Chiesa di San Francesco e Mausoleo dei Ventimiglia (piazza S. Francesco, 1); la Chiesa dell’Itria (corso Umberto I). Tutti i luoghi sono visitabili: sabato 19 e domenica 20, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00.
- Ciminna – È stato organizzato un percorso sulle orme del Gattopardo che partirà da piazza Mattarella. Verranno proiettate delle scene del film di Visconti girate proprio a Ciminna;
- Corleone – Un’apertura eccezionale e straordinaria delle Chiese e degli Oratori delle Compagnie Bianche del Venerdì Santo. Si potranno visitare: l’Oratorio dei Bianchi dell’Ospedale dello “Spirito Santo” (via Firmaturi, 5); l’Oratorio della Compagnia della Madonna del SS. Rosario (Chiesa di San Domenico – via XIV Maggiola); l’Oratorio Madonna del Soccorso (Chiesa di S’Agostino – via S. Agostinola); la Chiesa Maria SS. Annunziata (via Firmaturi); la Chiesa di Sant’Elena e Costantino (via Umberto I); l’Oratorio della Compagnia di Maria SS. del Monte Carmelo (via Carmine, 3); la Chiesa di Santa Caterina (via Santa Caterina). Tutti i luoghi sono visitabili: sabato 19 e domenica 20, dalle 10:00 alle 17:00. Sabato 19 e Domenica 20, alle ore 12:00, si terrà una visita guidata al Museo di Santa Chiara riservata agli Iscritti FAI, con possibilità di iscriversi al FAI in loco.
- Piana degli Albanesi – Un percorso tra chiese e luoghi di culto dal nome l’isola nell’isola. Arte accoglienza e integrazione di riti e popoli. Si potranno visitare: la Chiesa di M. SS. Odigitria (piazza V. Emanuele, 8 – punto di informazione principale con orario continuato – Sabato 19, 10:30-17:00, domenica 20, 10:00-17:00); il Collegio di Maria (via Collegio di Maria, 4), la Chiesa di San Vito Martire (via Umberto I, 67) e la Chiesa di San Nicola (piazza San Nicola, 89) (Sabato 19, 10:30-13:00/15:30-17:00, domenica 20, ore 10:00-13:00/15:30-17:00). È prevista una visita della cappella privata nel piano dell’Eparca con ingresso riservato ai soli Iscritti al FAI; possibilità di iscriversi al FAI in loco. La renotazione obbligatoria scrivendo a gruppofai.pianaescg@icloud.com o chiamando il 3398968804. Infine, la Chiesa di San Giorgio Megalomartire (via N. Barbato, 4). Tutti i luoghi sono visitabili: sabato 19 e domenica 20, dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 17:30.

Le Giornate FAI di Primavera sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti FAI – e a chi si iscrive durante le Giornate – a chi sostiene la Fondazione con partecipazione e concretezza. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali ed eventi speciali, perché iscriversi al FAI è un gesto civile e al tempo stesso un beneficio: conviene a se stessi e fa bene all’Italia. Tra le aperture speciali riservate agli iscritti FAI: Porta Nuova a Palermo, il Museo di Santa Chiara all’interno della Chiesa di Santa Caterina a Corleone e la visita della Cappella privata nel piano dell’Eparca all’interno della Chiesa di San Nicola a Piana degli Albanesi.

Per l’elenco completo delle 900 aperture dal 9 marzo sarà possibile consultare il sito www.giornatefai.it o telefonare al numero 02467615270. Per info a portata di smartphone, si possono anche scaricare gratuitamente le versioni iOS e Android dell’APP FAI dagli store di Apple e Google. L’app geolocalizzata riconoscerà la posizione dell’utente e indicherà la mappa dei luoghi più vicini da visitare.
Gli hashtag ufficiali dell’iniziativa sono: #giornatefai e #faicambiarelitalia.



Tag:

escursioni

,

eventi

,

Giornate FAI di primavera

,

Palermo

,

visite



Guarda l'evento su Facebook
Panormita.it