Condividi: Condividi su facebook Condividi su twitter Segnala via e-mail

La Madre

Cinema muto e musica dal vivo

La Madre

Viene proiettato “La Madre” (“Mat’” – URSS 1926) di Vsevolod Pudovkin, con la partecipazione del Conservatorio Vincenzo Bellini.

Interpreti: Vera Baranowskaja, Nikolai Batalov, Ivan Koval Samborskij
Genere: Drammatico
Ratings: Kids+16, durata 84′ min

Dal romanzo (1907) di Maksim Gor’kij. Tvera, 1905. Palageja Niloyna, vedova di un operaio alcolizzato ucciso in uno scontro a fuoco in fabbrica, teme per la vita del figlio Pavel, militante del movimento rivoluzionario, e rivela alla polizia dove ha nascosto le armi. L’egoismo materno si trasforma in una presa di coscienza: quando Pavel muore in un tentativo di evasione, sarà lei a raccogliere la bandiera rossa e a farsi ammazzare dai dragoni a cavallo. Considerato per mezzo secolo un classico del cinema muto sovietico e classificato nel 1958 in un referendum internazionale tra critici a Bruxelles tra i 12 migliori film della storia del cinema, Mat’ è stato poi sottoposto a una revisione critica ingenerosa e altrettanto faziosa. Sceneggiato da Nathan Zarkhi, segna l’esordio nel lungometraggio di Pudovkin. Punta sull’evoluzione psicologica dei personaggi, presentati non come tipi, ma figure esemplari in una vicenda esemplare, e sugli aspetti più evocativi della natura. L’azione dei personaggi è immersa in un paesaggio continuamente mutevole che partecipa, arricchendolo di significati, allo sviluppo della storia. Tra gli esempi del montaggio parallelo cui ricorre il regista, talvolta con ritmi stretti, quasi frenetici, è famosa la marcia dei manifestanti, accostata alle acque della Neva che trascinano i blocchi di ghiaccio del disgelo. Fotografie: Anatolij Golovnia. Il romanzo di Gor’kij fu portato sullo schermo altre tre volte: da Alexandre Razumnyi (1920), Marc Donskoj (1955) e Gleb Panfilov (1990). Distribuito in Italia con l’alcolico titolo di Vodka.

Ad accompagnare la visione della pellicola, la musica di Michele Costantino, che si alternerà al violino e al pianoforte.

Sono disponibili solo 18 posti a sedere. Per prenotarsi occorre chiamare il numero 333 2012439.



Tag:

cena

,

cinema

,

cinema muto

,

Cinematocasa

,

Conservatorio Vincenzo Bellini

,

film

,

La Madre

,

Michele Costantino

,

musica

,

musica dal vivo

,

Palermo

,

pianoforte

,

proiezione cinematografica

,

violino

,

Vsevolod Pudovkin



Per maggiori info: www.cinematocasa.it
Guarda l'evento su Facebook
Panormita.it